Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Cade un mito del teatro inglese. Riccardo III non era così deforme come lo descrive l'omonima e celebre tragedia di William Shakespeare. È quanto afferma una ricerca condotta dall'Università di Leicester, che nel 2012 ha recuperato sotto un parcheggio della città inglese i resti del sovrano morto in battaglia nel 1485, e pubblicata sulla rivista scientifica Lancet.

Dalle indagini condotte sullo scheletro emerge come il Plantageneto avesse sì una forte scoliosi ma che poteva essere celata da un buon sarto o da una armatura fatta su misura. Ma soprattutto non c'è l'evidenza che fosse affetto da una forte zoppia, che lo obbligasse a camminare con un bastone.

Se infatti le spalle erano asimmetriche per via del problema alla schiena, non lo erano invece il bacino e le gambe. Questo confuta quindi il modo in cui il sovrano viene raffigurato nei teatri di tutto il mondo. Secondo il Guardian la descrizione di Riccardo III consegnata ai posteri venne influenzata da ragioni politiche nel corso dell'epoca Tudor.

SDA-ATS