Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'indice complessivo dei prezzi alla produzione e all'importazione in gennaio è diminuito dello 0,1% rispetto a dicembre. Lo indica l'Ufficio federale di statistica (UST), precisando che su base annua, è stato invece rilevato un incremento dello 0,8%.

Lo scorso mese sono diminuiti su base mensile sia i prezzi dei beni prodotti nel paese (-0,1%) sia quelli delle importazioni (-0,3%). Sul gennaio al gennaio 2012 si hanno rispettivamente un incremento dell'1,2% e una flessione dello 0,1%.

Per quanto riguarda la produzione, rispetto a dicembre sono diminuiti i prezzi di bovini da macello, dei prodotti petroliferi, degli orologi, degli strumenti per irradiazione, delle apparecchiature elettromedicali, dell'energia elettrica e del gas. Sono aumentati, invece, i prezzi di metalli e semilavorati in metallo.

Considerando le attività manifatturiere, da un anno all'altro si osserva un calo dello 0,2% per i prodotti destinati al mercato interno e un incremento del 2,4% per quelli destinati alle esportazioni, rileva l'UST.

Rispetto al mese precedente nelle importazioni sono state segnalate flessioni dei costi di gas naturale, diesel, cherosene e olio da riscaldamento. In calo anche i prezzi di componenti elettronici, apparecchi di elettronica di consumo, automobili, strumenti e forniture mediche e dentistiche. In aumento per contro i prezzi di benzina, alcuni prodotti in acciaio, computer e unità periferiche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS