Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Continua a calare il numero dei motociclisti che muoiono sulle strade. Se nel 1992 vi erano state 132 vittime, nel 2014 il numero è sceso a 53. Anche i feriti gravi sono stati meno numerosi.

Da notare che nello stesso lasso di tempo il numero dei veicoli in circolazione è più che raddoppiato passando da 330'000 (1992) a circa 690'000 oggi, secondo quanto risulta dai dati dell'Ufficio federale di statistica pubblicati oggi dall'Ufficio svizzero di consulenza due ruote (USCD) .

Il calo dei feriti gravi (sono passati da 1612 nel 1992 a 1251 nel 2014) si nota in particolare tra i conducenti di veicoli di piccola cilindrata (motociclette sino a 125 cm3), mentre per i mezzi più grandi (veicoli con più di 125 cm3) i valori sono stabili. Il numero dei feriti leggeri è rimasto più o meno invariato.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS