Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Si è giocata nonostante una minaccia di attentato l'amichevole di calcio Belgio-Giappone che ieri sera ha concluso, a Bruges, il 2017 senza sconfitte dei "Diavoli Rossi".

Lo ha reso noto la federazione calcistica belga (Urbsfa) alla fine della partita, con una nota in cui ha confermato una indiscrezione che era circolata sui media belgi nella serata di ieri, secondo la quale la polizia di Bruges aveva ricevuto dai colleghi di Bruxelles una informativa su un "probabile attentato allo stadio in serata".

La federazione ha spiegato che è stato deciso di giocare comunque la partita. "Sono stati rafforzati i controlli agli ingressi nello stadio, cosa che spiega il motivo per cui alcuni dei tifosi sono potuti entrare quando il calcio d'inizio era già stato dato".

Secondo il quotidiano La Dernière Heure, un'analisi della minaccia è stata chiesta dalla polizia all'Ocam, l'agenzia interservizi per la valutazione del rischio terrorismo in Belgio (dopo gli attentati fisso a livello 3 su 4). Il risultato "rassicurante" dell'analisi, secondo l'agenzia Belga è però arrivato solo nel corso della partita.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS