Navigation

Calerà produzione carne di maiale

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto 2011 - 15:07
(Keystone-ATS)

Gli allevatori di maiali vogliono ridurre la produzione del 10% per far fronte alla massiccia diminuzione dei prezzi, al turismo degli acquisti all'estero dovuto al franco forte e a una sovrapproduzione in parte stagionale.

Il prezzo del maiale da macello è sceso del 37% tra il 2008 e il 2011 ed è attualmente di 3,20 franchi il chilo, quello dei porcellini si è ridotto del 53%, ha dichiarato oggi alla stampa a Berna Ulrico Feitknecht, presidente dell'associazione di categoria Suisseporcs. La parte che tocca al contadino è a sua volta diminuita e gli allevatori devono per giunta far fronte a un ribasso estivo dei prezzi che erode drasticamente i loro margini.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?