Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I livelli record di siccità che sta colpendo la California da quattro anni pare non si fossero visti da più di 500 anni a questa parte: ossia dai tempi delle ultime esplorazioni di Cristoforo Colombo.

A rivelarlo una dettagliata analisi dell'università dell'Arizona, che dall'aprile scorso ha iniziato a misurare i livelli di neve caduti nella montagne circostanti che normalmente forniscono fonti sorgive.

In particolare - spiega il rapporto pubblicato sulla autorevole rivista 'Nature' - uno studio degli anelli del tronco degli alberi delle Querce Blue ha evidenziato precisamente che l'ammontare di neve caduta nella Central Valley della California non è mai stato così basso dal 1500. Proprio l'acqua proveniente dalle riserve nevose provvede infatti a più del 30% dell'approvvigionamento acquifero per fiumi, laghi, riserve naturali dello Stato, che si trovano ora ai minimi storici. "I risultati sono stati letteralmente scioccanti", ha ammesso la studiosa Valerie Trout nel rapporto.

Un'altra indagine recente, condotta dalla Nasa e dalla Columbia University, ha sostenuto che la siccità in California - come in altri Stati del Sud-Ovest Usa - non migliorerà nei prossimi 30 anni se non verranno drasticamente diminuite le emissioni di gas nocivi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS