Tutte le notizie in breve

Lo stato della California sta emergendo come il contraltare politico del presidente Trump e del suo scetticismo per tutto quello che sa di ecologia.

KEYSTONE/EPA/JOHN G. MABANGLO

(sda-ats)

Lo stato della California, con la sua tradizione di politiche per l'ambiente, prosperate sotto l'ex governatore Arnold Schwarzenegger, sta emergendo come il contraltare politico del presidente Trump e del suo scetticismo per tutto quello che sa di ecologia.

Il governatore democratico Jerry Brown in un discorso ha detto che sulle politiche ambientali, sull'assistenza sanitaria e l'immigrazione, "la California non torna indietro. Né ora, né mai".

"Abbiamo ascoltato la sfacciata affermazione di 'fatti alternativi' - ha aggiunto Brown nel suo discorso sullo Stato dello Stato, senza mai nominare il presidente -. Abbiamo ascoltato attacchi eclatanti alla scienza. Capisaldi familiari della nostra democrazia (verità, civiltà, lavoro insieme) sono stati oscurati o messi da parte".

Metà delle auto elettriche che circolano nel paese sono immatricolate in California. Lo stato incentiva economicamente l'acquisto di auto a zero emissioni e ha varato un piano insieme ai principali fornitori statali di elettricità per installare 12'500 stazioni di ricarica. La California, dove si immatricola 1 auto su 8 degli Stati Uniti, ha chiesto ai costruttori di produrre una certa percentuale di veicoli elettrici.

Le principali città dello stato, a partire da Los Angeles e San Francisco, si sono posti obiettivi ambiziosi sull'utilizzo delle fonti di energia rinnovabili. Los Angeles lavora a un sistema di car sharing con auto elettriche.

Lo stato ha limiti alle emissioni dei motori più severi rispetto al resto del Paese. Il nuovo direttore dell'agenzia federale per l'ambiente (EPA), Scott Pruitt, nominato da Trump e bestia nera degli ecologisti, ha già detto che intende "rivedere" i limiti californiani.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve