Navigation

California fa causa a Uber e Lyft, negano giusta paga

California fa causa a Uber e Lyft (foto simbolica) KEYSTONE/AP/Darryl Dyck sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 agosto 2020 - 07:08
(Keystone-ATS)

La California ha avviato un'azione legale contro Uber e Lyft accusate del reato di "furto salariale", per aver negato ai propri dipendenti i benefici dovuti classificandoli come contrattisti indipendenti invece di lavoratori dipendenti.

Sarebbe stata violata dunque la legge dello stato che impone di riconoscere ai lavoratori della gig economy, inclusi gli autisti delle due società, gli stessi benefit dei dipendenti.

Se Uber e Lyft perdono la causa dovrebbero pagare ai loro autisti gli straordinari, la copertura sanitaria e altri benefit.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.