Navigation

Calmy-Rey incontra ministro esteri moldavo

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 settembre 2011 - 17:13
(Keystone-ATS)

La ministra degli esteri Micheline Calmy-Rey ha ricevuto oggi a Berna il suo omologo moldavo Iurie Leanca. I colloqui hanno permesso di "puntualizzare diverse questioni bilaterali e regionali", scrive il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) in una nota.

Dall'istituzione di relazioni diplomatiche tra la Svizzera e la Repubblica di Moldavia (o Moldova) nel 1992, la cooperazione tra i due Paesi si è intensificata in numerosi settori, rileva il DFAE. La cooperazione tecnica elvetica si svolge nella repubblica ex sovietica tramite la Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC). La Svizzera è particolarmente attiva negli ambiti della gestione dell'acqua e della sanità pubblica.

Fra i temi affrontati alla Casa von Wattenwyl figura anche la cooperazione in materia di migrazione, indica il comunicato. Nel corso del loro precedente incontro tenutosi nel maggio 2010 ai margini della Conferenza regionale degli ambasciatori svizzeri nella capitale moldava Chisinau, i capi delle due diplomazie avevano firmato un accordo volto a facilitare il rilascio di visti e un accordo di riammissione. Entrati in vigore il primo febbraio 2011, i due trattati hanno costituito una tappa decisiva e vengono applicati in condizioni "eccellenti", si rallegra il DFAE.

Micheline Calmy-Rey ha inoltre evidenziato i legami economici che uniscono la Svizzera e la repubblica est-europea, precisando che "il potenziale è ben lungi dall'essere esaurito" e che gli scambi commerciali bilaterali "devono essere intensificati".

Nella seconda parte della giornata Iurie Leanca, che è anche vice primo ministro e ministro del'integrazione europea, ha reso una visita di cortesia al presidente del Consiglio nazionale Jean-René Germanier.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?