Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono almeno 39 le vittime delle inondazioni delle ultime tre settimane in Cambogia. Lo ha comunicato oggi la Commissione nazionale per la gestione dei disastri di Phnom Penh.

I diluvi monsonici e il rigonfiamento delle acque del bacino del Mekong hanno coinvolto oltre 100 mila famiglie. Tra queste, 10 mila sono state costrette a lasciare le proprie case.

Sono finite sott'acqua anche 533 scuole, oltre a 100 mila ettari di terreno coltivato a riso. In totale, 13 delle 24 province cambogiane sono state colpite dalla piena stagionale del fiume, aggravata negli ultimi giorni dalle precipitazioni portate dal tifone Wutip.

Ogni anno, tra agosto e ottobre, il Paese è colpito da piogge monsoniche che causano regolari disagi. Negli ultimi anni, il bilancio peggiore è stato quello del 2011, con oltre 250 morti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS