Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PHNOM PENH - È stato condannato a 35 anni di reclusione Kaing Guek Eav, il "compagno Duch" responsabile dell'uccisione di 12'000 persone sotto il regime cambogiano dei Khmer rossi. Lo ha annunciato oggi il tribunale misto istituito dall'Onu in Cambogia.
La corte ha giudicato Duch colpevole di crimini contro l'umanità, con un verdetto arrivato a 11 anni dalla cattura dell'ex Khmer rosso nella giungla cambogiana. Tenendo conto del periodo già passato dietro le sbarre, nonché di altri cinque anni di "detenzione militare illegale", l'imputato, che oggi ha 67 anni, potrebbe di fatto tornare in libertà tra 19-20 anni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS