Navigation

Camere: ancora covid, ma anche turismo acquisti, LAMal e canapa

La sala del Consiglio nazionale KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 settembre 2020 - 07:30
(Keystone-ATS)

Giornata impegnativa oggi al Nazionale (08.00-13.00 e 15.00-19.00): i dibattiti inizieranno con una discussione sulla seconda aggiunta al preventivo 2020. Si tratta di 770 milioni da impiegare per mitigare la conseguenze del coronavirus sulla salute e l'economia.

I crediti riguardano principalmente le spese per i test in relazione al coronavirus (288,5 milioni di franchi), un ulteriore conferimento al Fondo per l'infrastruttura ferroviaria (221,3 milioni) e la ricapitalizzazione di Skyguide (150 milioni).

Una parte consistente di questi fondi è chiesta come fabbisogno finanziario eccezionale (476,4 milioni). Pressoché la metà delle uscite viene compensata dai crediti già approvati.

La Camera del popolo affronterà poi la cosiddetta Legge Covid-19. Questa mira a creare le basi legali per mantenere determinati provvedimenti, come le indennità per perdita di guadagno, fino alla fine del 2021 se necessario.

Rispetto al progetto governativo, la commissione preparatoria chiede che nell'elaborazione dei provvedimenti l'esecutivo coinvolga, oltre ai Cantoni, anche le associazioni dei partner sociali. Deve inoltre informare regolarmente il Parlamento sull'attuazione della legge e consultare tempestivamente le commissioni competenti sulle ordinanze previste.

Il Nazionale affronterà infine due iniziative cantonali di Turgovia e San Gallo contro il turismo degli acquisti, in particolare eliminando il limite di franchigia per quel che concerne l'IVA. La commissione preparatoria propone di bocciare le due proposte, come già fatto dagli Stati poiché, oltre a creare un notevole onere amministrativo, non permetterebbero di limitare il fenomeno degli acquisti oltre frontiera..

Il Consiglio degli Stati (08.15-13.00) tratterà da parte sua una serie di interventi parlamentari volti a prolungare le indennità per lavoro ridotto e le indennità per perdita di guadagno per i lavoratori indipendenti penalizzati dal coronavirus.

I "senatori" hanno anche in agenda una modifica della legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal). È previsto un nuovo articolo destinato a progetti sperimentali per esaminare come si possano frenare i costi della sanità.

Questa misura fa parte di un pacchetto presentato dal Consiglio federale nell'agosto 2019, che comprendeva anche un nuovo sistema di riferimento per i prezzi dei medicinali. La Commissione della sanità del Nazionale ha però deciso in primavera di dividere il pacchetto in due per accelerarne l'esame.

Altro grosso tema previsto: la modifica della legge sugli stupefacenti, che prevede un articolo sulla sperimentazione del consumo di canapa a scopo ricreativo in Svizzera. Durante il dibattito al Nazionale - lo scorso giugno - era stato ricordato che attualmente, nonostante il divieto, circa 200'000 persone consumano regolarmente canapa con un tenore di THC superiore all'1% per scopi ricreativi. Ciò causa un fiorente mercato nero e la qualità dei prodotti non è sottoposta ad alcun controllo. Insomma, la situazione attuale viene giudicata insoddisfacente.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.