Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il premier britannico David Cameron sembra voler prendere tempo

KEYSTONE/EPA MINISTRY OF DEFENCE/CROWN COPYRIGHT RESERVED

(sda-ats)

Il Consiglio Ue non si aspetta che il premier britannico David Cameron presenti la notifica del ritiro della Gran Bretagna dall'Ue, ovvero l'attivazione dell'articolo 50 del Trattato di Lisbona, al prossimo summit europeo.

Lo rende noto una fonte del Consiglio Ue, che precisa: "Sia chiaro a tutti che non c'è alcun negoziato senza una notifica formale di avvio delle procedure previste dall'art.50. È irrealistico pensare che Cameron notifichi il recesso al prossimo Consiglio Ue".

Sulla questione dei tempi, la stessa fonte osserva che "nell'interesse della Ue e del Regno Unito bisogna avviare questa fase rapidamente", ma contemporaneamente fa notare come il voto abbia provocato "una crisi profonda, non solo della leadership conservatrice ma anche nella società britannica, su cui bisogna riflettere".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS