Navigation

Campeggi TCS frequentati come non mai

Una forma di vacanza che quest'anno è decisamente di moda. KEYSTONE/URS FLUEELER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 settembre 2020 - 11:00
(Keystone-ATS)

Campeggi TCS frequentati come non mai: questa estate sono stati registrati 606'000 pernottamenti, con un aumento del 13% rispetto all'annata (già record) del 2019. Il Touring Club Svizzero ha deciso di prolungare il periodo di apertura.

Quest'anno a causa dell'epidemia di coronavirus gli svizzeri hanno dovuto attendere a lungo l'avvio della stagione del camper, della tenda e della roulotte, ricorda in un comunicato il TCS, che con le sue 24 strutture è il principale operatore elvetico del ramo. Ma quando il 6 giugno i campeggi sono stati autorizzati ad aprire i battenti non ci sono più stati indugi e sono fioccati gli annunci di "tutto esaurito".

Il mese dedicato a Giunone si è chiuso con oltre 112'000 pernottamenti, in progressione annua del 20%. E il trend è poi proseguito. "Durante le vacanze estive la domanda è stata nettamente superiore alle nostre possibilità di accoglienza", afferma Olivier Grützner, responsabile turismo e tempo libero presso il TCS, citato nella nota.

I luoghi di campeggio in riva all'acqua sono stati i primi ad annunciare il tutto esaurito in estate. Tuttavia la crescita maggiore è stata registrata dalla regione alpina dei Grigioni, che ha compiuto un balzo in avanti del 47%.

Anche le offerte di glamping (parola che deriva dall'unione di glamour e camping, cioè campeggi con le comodità di un hotel) sono state fortemente richieste: i circa 240 alloggi da affittare nelle aree di campeggio del TCS sono stati ampiamente occupati e quelli con bagno privato praticamente esauriti ininterrottamente dall'inizio di giugno fino alla metà di agosto.

Nelle varie strutture la proporzione degli ospiti svizzeri ha raggiunto quasi il 90% e i piani di protezione si sono rivelati molto efficaci, assicura l'associazione.

Pure le previsioni per settembre e ottobre sono molto rallegranti: per questi due mesi le prenotazioni online superano di circa il 120% quelle del 2019. Il TCS ha reagito alla massiccia richiesta decidendo di prolungare la stagione di due settimane.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.