Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Rispetto ai loro coetanei che vivono in altri Paesi, i quindicenni svizzeri sono tra i primi nel consumo di canapa. In compenso, fumano meno sigarette e bevono meno alcol.

È quanto risulta da un rapporto pubblicato sullo studio HBSC, condotto sotto l'egida dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Lo studio analizza in particolare il comportamento degli scolari di 42 Paesi e regioni europee e del Canada, e si rifà a rilevamenti effettuati tra il 2013 e il 2014.

In Svizzera il 29% dei ragazzi e il 19% delle ragazze ha dichiarato di aver fatto uso di canapa. Sul piano internazionale la media è del 15%. La Confederazione figura al terzo posto della classifica, dopo la Francia e l'Estonia.

Anche per quanto riguarda il consumo di canapa nel mese precedente l'indagine, con il 15% dei quindicenni e il 9% delle quindicenni, la Svizzera si trova ai primi posti, dopo la Francia, il Canada e l'Italia. In questo caso la media internazionale è nettamente inferiore (7%).

Meno alcol e tabacco

Per quel che riguarda il consumo di alcol, i quindicenni svizzeri risultano nell'ultimo terzo della graduatoria: l'11% dei ragazzi e il 6% delle ragazze bevono alcol almeno una volta alla settimana. La media internazionale si attesta al 13%, con Malta al vertice della classifica e l'Islanda fanalino di coda. Alla domanda su quante volte si siano già sentiti veramente ubriachi in vita loro, il 16% dei quindicenni svizzeri e l'11% delle loro coetanee hanno risposto due o più volte. A livello internazionale, invece, la media è del 22%.

L'11% dei ragazzi e il 9% delle ragazze ha inoltre ammesso di fumare sigarette almeno una volta alla settimana. A livello internazionale, la media generale per maschi e femmine considerati insieme è del 12%. Il paese in cui il consumo di tabacco è più diffuso tra gli allievi e le allieve è la Groenlandia, dove oltre la metà dei giovani ha ammesso di fumare ogni settimana o addirittura ogni giorno. I valori più bassi sono invece stati registrati in Islanda e in Armenia.

L'evoluzione

Lo studio, effettuato ogni quattro anni, nel 2014 ha rivelato un calo netto del consumo di alcol e tabacco fra i quindicenni svizzeri. Per quanto riguarda la canapa, invece, il cambiamento è meno marcato: il consumo di tale sostanza nel mese precedente l'inchiesta non è diminuito, anche se va detto che, rispetto al 2010, sono diminuiti gli adolescenti che hanno ammesso di aver già consumato cannabis nella loro vita.

Rispetto alla media internazionale del 65%, in Svizzera più adolescenti (il 78% dei quindicenni e il 74% delle loro coetanee) hanno dichiarato di sentirsi sostenuti dalle loro famiglie. Per quanto riguarda la percezione del sostegno da parte dei coetanei, la Svizzera è addirittura in cima alla classifica: il 75% dei ragazzi e l'87% delle ragazze dice di sentirsi molto sostenuto dai loro amici.

I giovani in Svizzera sono inoltre contenti della loro vita: l'84% delle ragazze e il 91% dei maschi si dice addirittura molto soddisfatto. La media generale per entrambi i sessi considerati insieme negli altri Paesi si attesta all'83%. I più felici in assoluto sono i quindicenni armeni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS