Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Cantù: si è costituito il ricercato

Si è costituito Antonio Manno, 21 anni, ricercato con l'accusa di aver ridotto in fin di vita a colpi di fucile a canne mozze Andrea Giacalone, un barista di 25 anni, dopo dopo un diverbio alle tre del mattino di giovedì scorso nel centro di Cantù, nel Comasco.

Il giovane, residente a Giffone e domiciliato a Cantù, era ricercato anche in Calabria e in Ticino. Nella tarda serata di ieri si è presentato nel carcere di Opera.

La lite era scoppiata per motivi sentimentali: il ragazzo infatti è il fidanzato della ex compagna di Giacalone, da cui ha avuto un figlio. Secondo la ricostruzione dei carabinieri dopo un primo diverbio scoppiato per strada, Manno è tornato a casa, ha preso un fucile da caccia a canne mozzate e ha sparato due volte a Giacalone, prima all'addome poi alla testa. Le condizioni del ferito sono stabili, ma resta in pericolo di vita.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.