Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una delegazione del canton Ginevra, guidata dal presidente del Consiglio di Stato Charles Beer, ha firmato stamane a Pechino un accordo di partenariato globale con la capitale cinese. La convenzione si iscrive nella campagna di sforzi compiuti dalla diplomazia elvetica per intensificare i legami fra i due paesi e mira a rafforzare il ruolo internazionale di Ginevra, ha sottolineato Beer.

"Certo l'accordo è generale, ma contempla un insieme di relazioni bilaterali che si sono sviluppate negli ultimi anni e che senza questa prospettiva non avrebbero potuto verificarsi", ha aggiunto il rappresentante dell'esecutivo ginevrino.

Fra le altre cose il testo permetterà la creazione di un istituto Confucius per la diffusione della lingua e la cultura cinese sulle rive del Lemano, l'introduzione di un volo diretto Ginevra-Pechino, oltre a una serie di scambi fra conservatori, università e marchi orologieri che riscuotono grande successo in Cina.

Si tratta del primo partenariato strategico che il cantone sigla con una provincia di un altro paese, visto che questo è lo statuto della capitale cinese. Nella delegazione ginevrina, composta da 56 persone, figuravano rappresentanti dei settori della giustizia, dell'insegnamento, dell'orologeria, della sanità, del commercio e dei servizi finanziari.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS