Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La diplomazia piuttosto che l'azione militare è in questo momento la priorità sulla Siria. Lo ha detto un funzionario della Casa Bianca parlando ai parlamentari democratici della Camera dei Rappresentanti.

"Non abbiamo altra scelta che rispondere al regime di Assad": lo ha ribadito il segretario di Stato americano, John Kerry parlando in Congresso. "Non è stato il presidente Obama a scegliere l'intervento, ma siamo a questo punto perché un dittatore ha lanciato armi letali, armi chimiche sul suo popolo, uccidendo 1.400 innocenti".

Intanto l'influente senatore repubblicano John McCain si è detto oggi "molto scettico" sulla proposta russa di porre sotto controllo internazionale le armi chimiche del regime siriano, e ha affermato di essere impegnato per modificare la risoluzione presentata al Congresso sull'uso della forza militare in Siria, in modo che contenga un "preciso" margine di tempo entro cui Damasco dovrà consegnare tali armi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS