Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'amministrazione Obama ha cominciato ad allentare l'embargo commerciale contro Cuba rimuovendo una serie di restrizioni legate al settore finanziario e dell'export per un certo numero di prodotti.

Lo ha reso noto Ned Prize, portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale. Tra le misure anche la possibilità per le aziende Usa di offrire ai clienti cubani crediti sulle vendite di prodotto non agricoli.

I cambiamenti, introdotti dal Dipartimento del tesoro e del commercio, in coordinamento con il Dipartimento di Stato, rimuoveranno "le restrizioni finanziarie per moltissimi tipi di export autorizzato, correggeranno le regole per aumentare il sostegno al popolo cubano... e faciliteranno ulteriormente i viaggi autorizzati".

L'iniziativa fa parte di un piano più ampio della Casa Bianca per ristabilire i rapporti diplomatici con Cuba dopo oltre 50 anni di tensioni: nel dicembre 2014 Obama aveva annunciato la sua decisione di iniziare un processo di normalizzazione con l'isola.

Le nuove regole entreranno in vigore domani e permetteranno ad aziende americane di vendere prodotti a entità governative cubane se queste operazioni "daranno beni e servizi ai cittadini cubani". Fino a questo momento era possibile vendere prodotti solo a imprenditori cubani e non direttamente a funzionari o enti collegati all'Avana.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS