Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A 11 anni dallo scoppio dello scandalo, il Ministero pubblico della Confederazione ha pronti i capi d'accusa nel caso Behring, il finanziere basilese sospettato di aver truffato circa 2000 persone per alcune centinaia di milioni di franchi.

Lo ha reso noto oggi lo stesso MPC. L'accusa sarà presentata entro l'estate o all'inizio dell'autunno al Tribunale penale federale, ha detto all'ats André Marty, portavoce del MPC.

Dieter Behring è sospettato di aver attirato, tra il 1998 e il 2004, investitori con promesse di redditi mirabolanti, alleggerendoli in tal modo di centinaia di milioni di franchi attraverso un sistema che gli inquirenti ritengono essere null'altro che una catena di Sant'Antonio.

E' accusato per vari reati, fra cui truffa, appropriazione indebita, falsità in documenti e riciclaggio. Oltre a lui sono indagate anche altre nove persone. Complessivamente sono state danneggiate oltre 2000 persone.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS