Navigation

Caso Caruana: niente grazia per Fenech, liberato Schembri

Schembri è stato scarcerato (foto d'archivio). KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 novembre 2019 - 10:36
(Keystone-ATS)

Il primo ministro maltese Joseph Muscat ha annunciato che non sarà concesso il condono tombale richiesto dal principale sospettato del caso Caruana, l'imprenditore Yorgen Fenech. Torna invece in libertà Keith Schembri, l'ex capo di gabinetto di Muscat fermato lunedì.

La decisione su Fenech è stata presa dal consiglio dei ministri sulla base delle raccomandazioni del ministro della giustizia e del procuratore generale e al termine di una riunione notturna durata oltre sei ore. Muscat ha reso noto la decisione in una conferenza stampa notturna tenuta attorno alle 3.30.

La polizia maltese ha inoltre comunicato che nella serata di ieri è stata decisa la scarcerazione di Schembri, non avendo più necessità di continuare gli interrogatori.

È stata intanto rinviata ad altra data la prima udienza in Tribunale dopo la concessione della grazia all'intermediario nonché accusatore di Fenech, il tassista-usuraio Melvin Theuma, che avrebbe dovuto testimoniare pubblicamente oggi. La giornalista Daphne Caruana, molto attiva contro la corruzione, è stata uccisa nel 2017 da una bomba piazzata nella sua auto.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.