Navigation

Caso Hildebrand: consulente Sarasin, ha fatto tutto la moglie

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 gennaio 2012 - 13:25
(Keystone-ATS)

La controversa transazione finanziaria che vede coinvolto il direttore della Banca nazionale svizzera (BNS) Philipp Hildebrand è stata ordinata a voce da sua moglie, che ha agito di sua iniziativa. Lo ha dichiarato oggi il consulente dei coniugi Hildebrand presso la Banca Sarasin, secondo cui l'operazione è avvenuta il 15 agosto nella galleria della consorte del direttore.

"Mi sono messo d'accordo con Kashya Hildebrand che avrei eseguito l'operazione su divise estere dopo il mio ritorno in banca, ciò che ho fatto il giorno stesso", ha spiegato il consulente in una lettera - ora in possesso dell'ats - consegnata a Peter Nobel, legale di Philipp Hildebrand.

Oltre a ciò, tra i due era stato concordato che Kashya Hildebrand avrebbe confermato l'ordine mediante l'invio di una email. "La mail mi è arrivata lo stesso giorno alle 13.20", indica il consulente nello scritto, nel quale assicura di aver descritto i fatti così come sono accaduti: "è la pura verità".

La commissione dell'economia e dei tributi del Nazionale affronterà questa delicata vicenda, informando i media nel tardo pomeriggio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.