Navigation

Caso Open Arms: giunta dice no a processo per Salvini

Il leader della Lega Matteo Salvini (foo d'archivio) KEYSTONE/AP/Stefano Cavicchi sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 maggio 2020 - 14:24
(Keystone-ATS)

Con 13 sì a favore della relazione del presidente della giunta Maurizio Gasparri, 7 no e 3 senatori che non hanno partecipato al voto la Giunta per le immunità del Senato ha respinto la richiesta di autorizzazione a procedere per Matteo Salvini sul caso Open Arms.

I 13 voti favorevoli alla relazione del presidente della Giunta per le autorizzazioni del Senato, Maurizio Gasparri, che respinge la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti dell'ex ministro Matteo Salvini contano, oltre ai 5 della Lega, i 4 di Forza Italia (Fi), uno di Fratelli d'Italia (Fdi) e uno delle Autonomie, anche quello del senatore ex Movimento 5 Stelle (M5S) Mario Michele Giarrusso e quello della senatrice M5S Alessandra Riccardi.

"La giunta del Senato ha votato stabilendo che Salvini ha fatto il suo dovere, ha agito per interesse pubblico e non privato". Lo afferma Matteo Salvini leader della Lega in diretta facebook.

"No allo sbarco dei 161 immigrati dalla Ong spagnola Open Arms, la Giunta del Senato ha appena votato (13 a 7) che ho fatto solo il mio dovere, nell'interesse del popolo italiano. Grazie a loro, e grazie a Voi. Adesso la parola passa all'aula del Senato, vediamo se Pd e 5Stelle insisteranno per il processo", dice Salvini in diretta facebook.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.