Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - La Svizzera ha trasmesso all'Argentina la documentazione bancaria relativa a un'inchiesta per corruzione avviata contro il gruppo francese di elettronica e difesa Thales (ex Thompson). Nella vicenda è coinvolto anche l'ex presidente argentino Carlos Menem.
"Ho soddisfatto l'ultima domanda di assistenza giudiziaria delle autorità argentine", ha indicato all'agenzia di stampa francese Afp il giudice istruttore ginevrino incaricato del dossier, Jean-Bernard Schmid.
Gli inquirenti sudamericani in giugno avevano chiesto i dati bancari dell'avvocato argentino Alberto Gabrielli, incaricato di una gara d'appalto vinta da Thales, e intestatario di un conto alla succursale ginevrina della banca francese Crédit Mutuel-Crédit Industriel et Commercial (CIC).
Lo scorso ottobre Schmid aveva già trasmesso a Buenos Aires documentazione relativa al lobbista argentino Jorge Neuss, accusato di corruzione nell'inchiesta sul contratto concluso nel 1997 tra il gruppo Thales e il governo del presidente Menem.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS