Navigation

Cassa malattia unica: è possibile per cinque cantoni orientali

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 marzo 2011 - 18:53
(Keystone-ATS)

Cinque Cantoni della Svizzera orientale (GL, AR, SH, SG e TG) hanno presentato oggi a Sciaffusa uno studio sui vantaggi che deriverebbero dall'esistenza di una cassa malattia cantonale o regionale unica. Qualora il sistema attuale non sarà migliorato entro due anni, torneranno alla carica per imporre questa loro idea.

Lo studio, realizzato dalla Scuola universitaria professionale delle scienze applicate di Zurigo e dall'Istituto di gestione della salute di Winterthur, mostra il genere di risparmi che si potrebbero realizzare; ad esempio, le spese per la pubblicità e quelle legate al cambiamento di cassa verrebbero soppresse, facendo risparmiare la bellezza di almeno 300 milioni di franchi.

L'istituzione di una cassa unica richiederebbe una modifica costituzionale e legislativa; lo studio tuttavia non fornisce informazioni sui costi del cambiamento di sistema e sulle conseguenze di ordine sociale. Sottolinea però che il continuo aumento dei premi si rivela determinante per una scelta di un sistema diverso dall'attuale.

I cinque Cantoni - Glarona, Appenzello Esterno, Sciaffusa, San Gallo e Turgovia - propongono inoltre sei misure per migliorare l'odierna situazione: riduzione dei costi della pubblicità, fine della caccia ai buoni rischi, divieto delle casse a buon mercato, fine del cosiddetto "bazar" delle tariffe, abbandono delle riserve cantonali e introduzione generalizzata delle reti di cure integrate (Managed Care).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?