Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nell'imminenza dell'annuncio dei premi malattia per il 2013 il Partito socialista svizzero propone una serie di misure urgenti per frenare l'aumento dei costi sanitari e l'onere delle famiglie. Fra le sue priorità: "agire infine sui prezzi dei medicinali". Pure proposta l'esenzione dai premi per i figli di genitori a basso reddito.

L'obiettivo del PS è di stabilizzare i costi, alleviare le famiglie e assicurare una copertura medica globale, scrive il partito in una nota.

Riguardo ai farmaci, il PS sostiene che gli svizzeri "continuano a pagare almeno 500 milioni di franchi di troppo all'anno" ed esige che "si cessi di omologare pseudo innovazioni e altre specialità carissime".

Il partito di Christian Levrat propone pure l'esenzione dai premi per i bambini di famiglie le cui spese per l'assicurazione malattia di base superano l'8% del reddito. Chiede inoltre l'istituzione di un sistema regolatorio che consenta ai cantoni di autorizzare nuovi studi medici in funzione dei bisogni effettivi. Suggerisce infine di "assicurare la qualità delle cure prima di migliorarla ulteriormente".

Secondo il PS è opportuno rivalorizzare il ruolo dei medici di famiglia, che sono a suoi avviso "i meglio in grado di garantire una copertura medica di alta qualità padroneggiando nel contempo i costi affinché rimangano a un livello sopportabile".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS