Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La situazione di finanziamento delle casse pensione svizzere è peggiorata nel terzo trimestre. Secondo il relativo monitoraggio di Swisscanto il motivo principale risiede nelle perdite su investimenti in azioni estere e in obbligazioni in valute straniere.

Inoltre le incertezze sui mercati finanziari dovute ad esempio al rallentamento congiunturale in Cina e allo scandalo Volkswagen hanno pesato anche sul mercato azionario elvetico, scrive oggi la società di servizi di investimento e di previdenza ormai di proprietà al 100% della Banca cantonale di Zurigo (BCZ).

Nei primi nove mesi del 2015 gli istituti di previdenza considerati hanno mostrato un rendimento stimato, ponderato in base al patrimonio, del -2,0%. Il valore è stato calcolato sulla base delle indicazioni effettivamente fornite da 437 casse a fine 2014.

Il grado di copertura degli istituti di diritto privato è sceso dal 110,8% del secondo trimestre al 108,9%, quello delle casse di diritto pubblico dal 100,7 al 98,9%. A fine settembre il 36% di queste ultime con capitalizzazione completa era confrontata a una sottocopertura.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS