Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le casse pensioni elvetiche hanno digerito più rapidamente del previsto l'esito del referendum inglese sulla Brexit: lo affermano gli economisti di UBS, che per il mese di luglio stimano all'1,11% il rendimento degli istituti di previdenza.

Grazie al buon andamento del mese dedicato a Cesare la performance annuale ha superato la barra del 2%, attestandosi al 2,34%, ha indicato oggi la banca. Gli specialisti di UBS hanno peraltro corretto lievemente al rialzo i dati relativi a maggio (da +1,20% a +1,21%) e giugno (da -0,26% a -0,24%).

Per quanto riguarda il mese di luglio le casse con patrimoni amministrati inferiori a 300 milioni hanno presentato i rendimenti migliori (+1,19%), mentre quelli più bassi sono stati osservati dagli istituti che gestiscono fra 300 milioni e 1 miliardo di franchi (+1,03%). Rispetto al mese precedente è peraltro diminuito lo scarto fra i due estremi.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS