L'ex presidente della Catalogna, Carles Puigdemont, e il suo ex ministro Toni Comin, autoesiliatisi in Belgio, dovranno tornare a Madrid e giurare al parlamento spagnolo per insediarsi all'Europarlamento, dove sono stati eletti il 26 maggio.

Lo ha stabilito la Commissione elettorale spagnola in base alla legge, riferiscono i media spagnoli.

Il giuramento è previsto lunedì a mezzogiorno, ma i due leader indipendentisti rischiano il carcere se dovessero rientrare in Spagna dove sono ricercati per i fatti del 2017.

Se non si presenteranno, ha chiarito la Commissione, i loro seggi al parlamento di Bruxelles saranno considerati vacanti.

Con loro è stato eletto alle Europee anche l'ex vicepresidente catalano, Oriol Junqueras, in carcere a Madrid e in attesa della sentenza nel processo, nel quale rischia 25 anni di carcere, sempre per il tentativo di secessione.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.