Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Guardia civil spagnola ha arrestato oggi a Barcellona otto persone fra cui il tesoriere del partito Convergencia del presidente indipendentista Artur Mas nel quadro di una inchiesta su presunti finanziamenti illegali alla fondazione del partito CatDem.

Mas ha denunciato l'operazione come una "caccia grossa" lanciata dalle istituzioni spagnole contro di lui e contro il suo partito dopo la vittoria alle regionali del 27 settembre. Mas ha promesso di portare la Catalogna all'indipendenza nel 2017 nonostante la dura opposizione del governo di Madrid.

La Guardia Civil ha effettuato perquisizioni nella sede di Convergencia a Madrid, negli uffici della direzione infrastrutture della Generalitat, alcuni comuni e imprese.

Fra gli arrestati il tesoriere di Convergencia Andreu Viloca, il direttore generale alle infrastrutture del governo catalano Josep Antoni Rossell e sei imprenditori. Gli inquirenti ipotizzando che CatDem abbia ricevuto finanziamenti illegali da diverse imprese in cambio di commesse pubbliche.

Mas ha sfidato i magistrati spagnoli a "perquisire quello che vogliono, perché non troveranno nulla". Mas è già indagato per 'disobbedienza' per avere promosso nel 2014 un referendum consultivo sull'indipendenza della Catalogna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS