Il capo della missione Onu in Centrafrica (Minusca), il diplomatico senegalese Babacar Gaye, si è dimesso dopo le accuse su presunti abusi sessuali compiuti dai Caschi Blu e 24 ore dopo le nuove accuse lanciate da Amnesty International, informano media internazionali.

Secondo Amnesty, i militari dell'Onu avrebbero abusato di un 12enne ed avrebbero ucciso un 16enne ed il padre.

La missione Minusca, all'indomani dello scandalo, aveva assicurato di prendere la questione "molto seriamente" e di aver aperto un'inchiesta.

Anche la magistratura francese sta indagando sulle accuse che militari inviati in Centrafrica tra 2013 e 2014 avrebbero sottoposto bambini affamati nei campi profughi ad abusi sessuali in cambio di cibo o di piccole somme di denaro.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.