Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Spari sono stati uditi nel centro di Bangui, la capitale della Repubblica Centrafricana, e nella zona dell'aeroporto questa mattina, mentre centinaia di manifestanti protestavano nelle strade della città. I colpi sono stati esplosi, riferiscono fonti militari, per disperdere i giovani manifestanti scesi nelle strade per protestare contro il governo e le forze militari straniere dispiegate nel Paese.

Migliaia di persone sono scese nelle strade della capitale e nei pressi dell'aeroporto poco dopo le sei del mattino per chiedere le dimissioni del governo di transizione e la partenza delle truppe straniere dispiegate nel paese.

Le forze militari e di polizia hanno esploso colpi di avvertimento per evitare che i manifestanti avanzassero, spiegano fonti dell'esercito. Diverse raffiche di armi automatiche sono state udite nel centro della città, vicino al palazzo presidenziale, cosa non frequente in questa zona della città.

Verso le sette la manifestazione si è sciolta e la calma sembra essere tornata in città. Da questa mattina nessun veicolo circola per le strade di Bangui e un elicottero militare francese sorvola la città.

SDA-ATS