Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La centrale nucleare francese di Fessenheim deve essere immediatamente spenta: è quanto auspica una risoluzione approvata oggi dal parlamento di Basilea Città. L'esposto presentato dagli ecologisti è stato approvato con 76 voti contro 11 e 4 astensioni.

In Gran consiglio il consigliere di stato Lukas Engelberger ha sottolineato che l'esecutivo renano pretende dal governo francese una decisione in materia ancora nel corso di quest'anno. Per aumentare la pressione Basilea intende scrivere anche alla consigliera federale Doris Leuthard.

Con i sue due reattori messi in funzione nel 1978 la centrale di Fessenheim, situata in Alsazia a meno di 50 chilometri da Basilea, è la più vecchia di Francia. Il tema della sua sicurezza è tornato bruscamente di attualità in quanto nei giorni scorsi è stato reso pubblico un rapporto che descrive un guasto avvenuto il 9 aprile 2014 come molto più grave di quanto finora riferito dalle autorità.

Per Engelberger è inaccettabile il fatto che la chiusura della centrale - promessa in campagna elettorale dal presidente francese François Hollande - venga continuamente posticipata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS