Navigation

Centrale di Mühleberg (BE): parlamento Giura chiede arresto

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 settembre 2011 - 12:49
(Keystone-ATS)

Il canton Giura esige la messa fuori esercizio immediata della centrale nucleare di Mühleberg (BE): il parlamento ha infatti adottato oggi con 31 voti contro 22 e 5 astensioni una mozione che invita il Consiglio di Stato a intervenire in questo senso presso le autorità bernesi. Pure auspicata è la chiusura della centrale francese di Fessenheim.

"Mühleberg rappresenta un rischio troppo elevato per la popolazione", ha affermato la deputata ecologista Erica Hennequin, all'origine dell'atto parlamentare presentato dal gruppo Verdi-Combat Socialiste-Parti ouvrier et populaire. A suo avviso la centrale è vetusta e pericolosa: l'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) non è inoltre neutrale.

Questi argomenti hanno convinto una maggioranza formata dalla sinistra e da alcuni PPD, mentre UDC e PLR invitavano a dar prova di "maggiore realismo". Anche il governo cantonale aveva chiesto di respingere la mozione, volendo dare fiducia al Consiglio federale e alla sua strategia di uscita dal nucleare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?