Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La centrale nucleare di Fessenheim (F) - situata 46 km a nord di Basilea, al confine con la Germania - sarà chiusa entro fine 2016, come promesso dal presidente francese François Hollande durante la campagna elettorale. Lo ha confermato il nuovo ministro dell'Ecologia Philippe Martin in un'intervista al "Journal du Dimanche".

"Gli impegni presi da François Hollande sul nucleare verranno realizzati durante il suo quinquennio. Ho un mandato: chiudere Fessenheim il 31 dicembre 2016", afferma il ministro.

Composta da due reattori di 900 Megawatt ognuno, la centrale di Fessenheim è la più vecchia in attività in Francia, essendo stata inaugurata nel 1978. Per questo, ma non solo, è bersaglio delle critiche delle associazioni ecologiste che da anni ne reclamano la chiusura per motivi di sicurezza.

Anche diverse autorità - tra le quali i cantoni Giura, Basilea Città e Basilea Campagna, il consiglio regionale della Franche-Comté (Franca Contea) e il municipio di Strasburgo - sono convinte che l'impianto vada disattivato. La centrale di Fessenheim è l'unica centrale che il presidente francese Hollande ha promesso di chiudere.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS