Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Da oggi anche i camionisti devono presentare nei controlli di polizia il certificato di capacità oltre alla patente di guida. Una disposizione già applicata agli autisti di bus e pullman dal primo settembre 2013, indica in una nota l'Associazione dei servizi della circolazione (Asa), che riunisce i direttori della circolazione e quelli dei controlli tecnici dei Cantoni. Chi non è in grado di farlo - precisa - rischia una multa fino a 10'000 franchi.

Con il certificato, i conducenti comprovano di essere abilitati a trasportare merci o persone e di assolvere regolarmente i corsi di formazione periodica. La Svizzera si è così allineata a una direttiva europea.

Dal 1° settembre 2009, gli autisti che richiedono una licenza per allievo conducente devono superare tre esami: uno scritto, uno orale e uno pratico. Tutti gli autisti devono aver assolto l'obbligo di formazione periodica (cinque giorni in cinque anni) per poter ottenere o rinnovare il certificato di capacità.

Alla fine di luglio - precisa l'Asa - già oltre 67'000 conducenti avevano completato la formazione periodica obbligatoria ed erano dunque titolari di un certificato di capacità prorogato con la validità fino al 31 agosto 2018 (per il trasporto di persone) o fino al 31 agosto 2019 (per il trasporto di merci).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS