Navigation

CF: 200 milioni franchi l'anno per risanamento ecologico edifici

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 marzo 2010 - 13:36
(Keystone-ATS)

BERNA - Nei prossimi dieci anni la Confederazione intende mettere a disposizione 200 milioni di franchi l'anno per procedere al risanamento degli edifici, responsabili del 40% delle emissioni di CO2. È quanto prevede la modifica dell'ordinanza sul CO2, adottata oggi dal Consiglio federale e valida retroattivamente dal primo di gennaio.
Nel corso dei primi due mesi dell'anno - indica una nota odierna del Dipartimento federale dell'ambiente, del territorio, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) - sono già state inoltrate ai cantoni 5'200 richieste di sostegno, di cui 2'700 per il risanamento interno degli edifici e 2500 per l'uso di energie pulite. Da aprile potranno essere versati i primi finanziamenti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?