Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio federale ha adottato un messaggio concernente la concessione di mutui per un totale di 438,4 milioni per la ristrutturazione delle sedi ONU, Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) a Ginevra.

Mantenere in buono stato il parco immobiliare è uno degli assi della Strategia a favore della Ginevra internazionale sostenuta dal Parlamento.

Per la ristrutturazione del Palazzo delle Nazioni e la costruzione di un nuovo edificio è richiesto un credito di 292 milioni di franchi. L'edifico, costruito fra il 1929 e il 1936, non è mai stato oggetto di una completa ristrutturazione. A fine 2015, l'Assemblea generale dell'ONU ha deciso di rinnovare interamente il complesso. La ristrutturazione completa favorirà la riunificazione delle attività a Ginevra, per questo svolge un ruolo di importanza strategica per l'avvenire della Ginevra internazionale.

La ristrutturazione degli edifici dell’OMS e dell’OIL, per i quali sono stati chiesti mutui di 76,4 e 70 milioni, contribuirà a rafforzare le attività internazionali in due ambiti tematici chiave: la sanità e il lavoro, precisa un comunicato.

Con queste partecipazioni finanziarie, il Consiglio federale intende in tal modo consolidare e sviluppare ulteriormente la posizione della Svizzera quale Stato ospite di organizzazioni internazionali e primo centro di governance mondiale. La Ginevra internazionale offre al Paese una tribuna privilegiata per la promozione di interessi e valori della Confederazione, attraverso la sua politica estera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS