Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alcosuisse sarà venduto ancora quest'anno. Lo ha comunicato oggi il Consiglio federale in base alla nuova legge sull'alcool approvata lo scorso settembre dal Parlamento.

La nuova normativa prevede appunto la privatizzazione del Centro competente per il commercio di alcool puro e di etanolo.

Con il monopolio dell'importazione di etanolo, introdotto con la legge del 1886, la Confederazione intendeva lottare contro l'abuso di alcool in seno alla popolazione svizzera. Da allora le cose sono cambiate. La Svizzera è del resto il solo Stato europeo che dispone ancora di un monopolio dell'importazione di etanolo.

Attualmente Alcosuisse acquista etanolo all'estero e lo trasforma per oltre 1000 clienti in Svizzera. Strettamente legata alla liberalizzazione dell'etanolo, la sua privatizzazione dovrebbe consentire alla Confederazione di ritirasi da questo mercato.

In attesa della soppressione del monopolio federale, prevista per il 1° gennaio 2019, per gli acquirenti di etanolo le condizioni di consegna e la fatturazione rimarranno invariate. Oggi il governo ha posto in vigore le necessarie disposizioni legali con effetto retroattivo allo scorso 1° gennaio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS