Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le banche "too big to fail" (TBTF), ossia che rappresentano un rischio sistemico, non dovrebbero essere penalizzate fiscalmente quando emettono particolari strumenti finanziari destinati a rafforzare il capitale proprio dell'istituto.

È quanto pensa il Consiglio federale che oggi ha incaricato il Dipartimento federale delle finanze (DFF) di preparare un progetto preliminare di legge da inviare in consultazione.

La soluzione proposta dal Governo, indica una nota odierna del DFF, permetterebbe di evitare che l'emissione di CoCos, obbligazioni write-off e obbligazioni bail-in determini un aumento dell'onere fiscale per le società capogruppo di banche di rilevanza sistemica.

I tre strumenti finanziari menzionati mirano a ridurre il rischio sistemico del settore bancario. Sulla base della vigente legislazione fiscale l'emissione di questi strumenti, finalizzati alla raccolta di capitale, comporta però un onere fiscale più elevato sui ricavi da partecipazioni per le società capogruppo delle banche. Ciò è in contraddizione con l'obiettivo della legislazione TBTF di rafforzare la base del capitale proprio.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS