Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

CF: conti 2018, prevista eccedenza di 2,5 miliardi

I conti della Confederazione per il 2018 sono più positivi del previsto (foto rappresentativa d'archivio)

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE

(sda-ats)

Si confermano, in meglio, le stime per i conti 2018 della Confederazione grazie ad un ripresa economica più tonica del previsto: invece di un passivo di 300 milioni di franchi, il Consiglio federale si attende un'eccedenza di 2,5 miliardi.

Ciò significa 200 milioni in più rispetto alle proiezioni di giugno. Il miglioramento di 2,2 miliardi rispetto al preventivo è riconducibile, secondo una nota odierna del Dipartimento federale delle finanze (DFF), a una situazione congiunturale più favorevole del previsto e alla forte crescita delle entrate dall'imposta preventiva registrata nell'anno precedente.

Per questa ragione sono attese entrate fiscali di 1,3 miliardi (+1,9%) superiori a quanto messo a preventivo. Poiché i crediti a preventivo non saranno utilizzati completamente, anche le uscite dovrebbero attestarsi al di sotto dei valori preventivati (-0,9 miliardi o -1,2%).

Rispetto alle proiezioni di giugno, la stima delle entrate rimane nel complesso invariata. Più precisamente, la stima delle entrate dell'IVA è stata corretta al rialzo (+180 milioni) a seguito della buona situazione congiunturale, mentre quella delle tasse di bollo è stata rivista al ribasso (-110 milioni) dato che le entrate provenienti dalle tasse di negoziazione e di emissione sono inferiori al previsto.

Le maggiori entrate di 1,3 miliardi provengono in gran parte dall'imposta preventiva, dall'imposta federale diretta (+0,5 miliardi, ciascuna) e dall'IVA(+0,4 miliardi). Nel contempo le entrate dalle tasse di bollo sono più basse del previsto(-0,2 miliardi). Complessivamente, le maggiori entrate riflettono la forte ripresa economica. Nel 2018 il PIL nominale, determinante per l'evoluzione delle entrate, dovrebbe aumentare del 3,6% anziché del preventivato 2,3%.

Per l'imposta preventiva non vengono fatte proiezioni perché manca una base di calcolo solida. Per questo, si ricorre al modello di stima aggiornato in base al risultato dei conti 2017, che indica un valore di 6,7 miliardi (anziché 6,2 miliardi conformemente al preventivo).

Dopo il risultato record del 2017 (8,2 miliardi), anche nel 2018 i conti potrebbero chiudere con un risultato nettamente superiore a quello preventivato.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.