Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dal prossimo 1° luglio la partecipazione al canone per le 21 stazioni radiofoniche locali e le 13 emittenti televisive regionali aumenterà dal 4 al 5% dei proventi, ossia da 54 a 67,5 milioni di franchi.

In quella data - ha deciso oggi il Consiglio federale - entrerà infatti in vigore la nuova legge sulla radiotelevisione (LRTV) che contiene appunto la nuova chiave di ripartizione.

Grazie ai maggiori mezzi finanziari disponibili, le emittenti televisive private dovranno sottotitolare le loro principali trasmissioni informative.

Le stazioni radiofoniche beneficeranno da parte loro di sussidi per il passaggio dalla diffusione analogica (OUC) a quella digitale (Digital Audio Broadcasting, DAB+).

La nuova LRTV contiene anche le norme legali per il passaggio al nuovo metodo di riscossione della tassa di ricezione, ossia il passaggio al canone radio-tv per tutti. Fino all'introduzione del nuovo sistema, previsto al più tardi nel 2019, l'importo rimarrà invariato (451.10 franchi, ndr), precisa il governo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS