Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Chiunque venda o trasmetta dati bancari a terzi rischierà il carcere, da 3 a 5 anni a seconda della gravità dell'atto. È quanto prevede la legge federale sull'estensione della punibilità della violazione del segreto professionale che entrerà in vigore a inizio luglio.

L'inasprimento delle sanzioni è frutto di un'iniziativa parlamentare del PLR approvata dal parlamento.

Già ora i collaboratori di una banca che cedono informazioni riservate sui clienti rischiano una pena fino a tre anni. In futuro tale sanzione potrebbe raggiungere i 5 anni se ne ricavano un vantaggio materiale.

La legge colpirà anche le terze persone che cedono dati oppure li utilizzano a loro vantaggio pur conoscendone l'origine delittuosa.

Durante i dibattiti alle Camere, la sinistra si era espressa contro il progetto, giudicando le pene troppo pesanti e l'intera revisione del tutto inutile, vista l'entrata in vigore tra breve dello scambio automatico di informazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS