Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ce la farà Ignazio Cassis?

KEYSTONE/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

La maggioranza dei cittadini svizzeri (63%), secondo un sondaggio commissionato dal Caffè e dal SonntagsBlick all’istituto Opinionplus di Schwerzenbach (ZH), vorrebbe che al posto del dimissionario Didier Burkhalter in governo andasse una donna.

I due terzi esprimono simpatia per un Ticinese e il 69% ritine che anche Johann Schneider-Ammann dovrebbe lasciare l'esecutivo.

Il sondaggio è stato compiuto su un campione di 1.100 aventi diritto di voto intervistati tra il 15 e il 17 giugno. Le opinioni risultano alquanto divise su quale regione dovrebbe indicare il successore del ministro degli esteri: il 30% si pronuncia per il Ticino, il 21% per la Svizzera tedesca o la Romandia, mentre per il 17% la questione non si pone e a prevalere dovranno essere le capacità del futuro consigliere federale.

Nella Svizzera tedesca il 29% degli intervistati dichiara che il prossimo ministro spetta al Ticino, il 27% vedrebbe di buon occhio un esponente germanofono e il 18% un romando. Per quanto invece concerne gli intervistati in Romandia, il 35% vorrebbe un suo esponente, il 23% un Ticinese e soltanto il 7% uno svizzero tedesco.

Netto il risultato del sondaggio a sud della Alpi: il 77% vuole un consigliere federale ticinese e un misero 2% è a favore di un esponente o romando o svizzero tedesco.

Altro dato che emerge: dopo le dimissioni annunciate di Burkhalter per fine ottobre, quasi il 70% è dell'opinione che anche l'altro consigliere federale liberale radicale, Johann Schneider-Ammann, debba lasciare l'esecutivo. Il ministro dell'economia è il meno popolare tra i sette in carica.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS