Navigation

CF: Francia non è considerata Paese a rischio

Il valico franco-svizzero di Allschwil (BL) KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 agosto 2020 - 14:26
(Keystone-ATS)

Chi rientra da un soggiorno in Francia non dovrà, per il momento, mettersi in quarantena. L'Esagono non è stato inserito nell'elenco dei Paesi a rischio. Lo ha detto il portavoce del governo André Simonazzi a margine di una conferenza stampa del Consiglio federale.

La decisione se inserire la Francia nelle aree a rischio di coronavirus compete al Dipartimento federale dell'interno. Il suo titolare, Alain Berset, ha illustrato ai colleghi la situazione epidemiologica del Paese, ma nessuna decisione in materia è stata presa, ha proseguito Simonazzi.

A una domanda sulle conseguenze per la Svizzera che una decisione del genere potrebbe avere, il ministro delle finanze Ueli Maurer si è limitato a dire che è troppo presto per sapere cosa ciò implicherebbe. Il consigliere federale ha cionondimeno evocato la possibilità che l'esercito venga mobilitato per dar man forte alle guardie di confine.

Con oltre 60 casi positivi per 100'000 abitanti nelle ultime due settimane, la Francia ha superato lunedì la soglia critica fissata dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Ciò non significa tuttavia che il Paese sia inserito nell'elenco: "non c'è automatismo", ha precisato Maurer.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.