Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prezzo delle sigarette non aumenterà

Keystone/MARTIN RUETSCHI

(sda-ats)

Il prezzo delle sigarette in Svizzera non aumenterà. Il Consiglio federale, nel licenziare oggi il messaggio sulla modifica della legge sull'imposizione del tabacco (LImT), ha infatti annunciato di aver rinunciato a questa misura.

La decisione, afferma il governo in una nota, è stata presa tenendo conto anche del fatto che "a seguito dell'abolizione del tasso di cambio minimo con l'euro, negli ultimi due anni la differenza di prezzo rispetto ai Paesi limitrofi si è evoluta a sfavore del mercato svizzero". Se in Svizzera un pacchetto di sigarette costa in media 8,50 franchi, in Francia è infatti di 7,64 franchi, in Germania 6,42 e in Italia 5,67.

L'ultimo aumento (+10 centesimi) era stato introdotto nel mese di aprile del 2013. Con questo incremento il governo aveva esaurito il proprio spazio di manovra.

Nel progetto di legge inviato in consultazione nell'estate del 2013, il governo chiedeva quindi al Parlamento di rinnovargli le necessarie competenze: la tassa sul tabacco, nelle sue intenzioni, sarebbe dovuta gradualmente salire dell'80%, per un margine pari a 2,80 franchi. Il pacchetto di bionde sarebbe così venuto a costare 11 franchi.

L'aumento proposto era stato fortemente criticato durante la procedura di consultazione: UDC, PLR e Unione svizzera delle arti e mestieri (USAM) contestavano l'effetto preventivo della manovra e giudicavano la revisione un "mezzo facile" per incrementare il gettito fiscale a favore dello Stato. I due partiti, l'USAM, ma anche produttori e commercianti temevano inoltre un'impennata del contrabbando e degli acquisti all'estero.

La revisione della LImT partorita oggi dal governo non contiene dunque più alcun riferimento all'aumento dell'imposizione del tabacco. Il messaggio si limita così a due modifiche di poco conto.

I cambiamenti riguardano le competenze esecutive all'interno dell'Amministrazione delle dogane e l'introduzione nella legge - ai fini di una maggiore chiarezza e di un'applicazione corretta del diritto - dell'espressione "tabacco per pipe ad acqua".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS