Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In futuro i gruppi energetici dovranno prevedere meglio il loro fabbisogno di elettricità, altrimenti potrebbero incappare in sanzioni finanziarie.

Il Consiglio federale ha infatti fissato al primo giugno l'entrata in vigore dalla revisione della legge sull'approvvigionamento elettrico, approvata dalle Camere federali nella sessione invernale. Finora la prassi era definita solo tramite un'ordinanza.

I grandi gruppi elettrici elvetici dovranno allestire, al più tardi con un giorno d'anticipo, le loro previsioni sui consumi e le forniture di elettricità e trasmetterle a Swissgrid, ovvero la società nazionale di rete. Qualora dovessero acquistare più elettricità di quanta sia immessa nella rete, Swissgrid equilibrerà tale differenza, fatturando un supplemento.

Se invece i gruppi compereranno meno elettricità del previsto, riceveranno un credito compensativo, si legge in una nota odierna dell'Ufficio federale dell'energia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS