Navigation

CF: modifiche Costituzione TI su diritti politici sono conformi

Palazzo federale KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 dicembre 2019 - 11:15
(Keystone-ATS)

Le modifiche costituzionali ticinesi sui diritti politici sono conformi al diritto federale. È quanto afferma il Consiglio federale chiedendo al Parlamento di conferire la necessaria garanzia.

Lo scorso 10 febbraio i ticinesi avevano approvato in votazione quattro modifiche costituzionali concernenti i diritti politici dei ticinesi residenti all'estero, la revisione dei termini per la raccolta delle firme di iniziative e referendum, la modifica dell'attuale possibilità di sottoporre agli aventi diritto di voto due varianti nell'ambito di una revisione parziale della Costituzione cantonale, e il cambiamento delle regole concernenti il voto in caso di iniziative popolari legislative. I tre progetti sono tutti stati approvati con percentuali di "sì" superiori al 70%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.