Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Consiglio federale vuole combattere l'iniziativa "Spazio per l'uomo e la natura" con un controprogetto indiretto: invece di una moratoria, propone una revisione parziale della legge sulla pianificazione del territorio che ponga una serie di limitazioni per frenare lo sviluppo selvaggio degli insediamenti.
Il governo prevede una serie di misure per tutelare i terreni destinati alla coltivazione e promuovere un utilizzo oculato del suolo. Sono in particolare fissate precise condizioni per i piani direttori dei cantoni, che dovrebbero contenere indicazioni vincolanti sulle dimensioni e sulla distribuzione territoriale delle superfici di insediamento.
I promotori dell'iniziativa hanno però già reagito negativamente al controprogetto indiretto: "è troppo debole e la moratoria sarebbe più efficace", hanno comunicato. Pure insoddisfatti i socialisti e i Verdi, che auspicano una chiara limitazione della superficie di insediamento.
In caso di accettazione, la modifica costituzionale proposta dagli iniziativisti vieterebbe per 20 anni di aumentare la superficie complessiva delle zone edificabili.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS