Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In futuro anche i collaboratori di ditte esterne al settore dei trasporti pubblici saranno sottoposti alla legge sulla durata del lavoro (LDL) se svolgono attività rilevanti per la sicurezza.

È quanto prevede il messaggio sulla revisione della legge licenziato oggi dal Consiglio federale. Vi sono modifiche anche delle prescrizioni su pause, giorni di riposo domenicale e lavoro notturno.

Secondo il governo, le attività rilevanti per la sicurezza nel settore dei trasporti pubblici, come ad esempio la posa di binari, devono offrire lo stesso grado di protezione ai lavoratori, indipendentemente dal fatto che la ditta abbia una concessione per il trasporto pubblico o meno. Finora quindi vi era una disparità di trattamento: il personale di un'impresa di trasporto era sottoposto alla LDL, mentre quello di una ditta esterna no.

Per quanto riguarda le pause, finora erano regolate in modo da permettere ai dipendenti dei trasporti pubblici di rientrare al domicilio. Oggi però la maggior parte non rientra a casa per la pausa pranzo, quindi sarà possibile assegnare pause nel luogo di lavoro senza supplementi di tempo.

In linea di principio il turno di riposo dovrà essere di almeno 12 ore, ma sarà comunque possibile ridurlo fino a 9 ore. Il turno di servizio rimane di 12 ore con la possibilità di estenderlo a 13 ore una sola volta per settimana lavorativa.

I dettagli riguardanti le pause, i giorni di riposo domenicale e il lavoro notturno saranno disciplinati a livello di ordinanza, precisa un comunicato odierno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS